Palermo: i migliori mercatini da visitare e quando si svolgono

by
0 comment

Palermo è una città ricca di storia e tradizione, ed oltre ai posti da visitare non mancano nemmeno i negozi e i mercati storici. Per saperne di più, si può continuare a leggere questa pagina.

I tre mercati storici più noti

Sono tre, in particolare, i mercati storici da dover mettere in evidenza, ed il primo da citare è il mercato di Ballarò, situato nel quartiere di Albergheria, che secondo le testimonianze storiche era già presente nel X secolo, dove venivano vendute merci dall’India. Il suo nome deriva dalla parola araba “Balhara”, che era il nome di un principe indiano, che venne italianizzato in “Ballarò”.

Anche se un mercato poco frequentato dai turisti, è comunque quello più amato dai palermitani, dove si possono anche assaggiare dei cibi “street food” tipici, come le panelle, ovvero delle frittelle preparate con farina di ceci, o i cazzilli, delle crocchette di patate.

Situato presso la piazza Caracciolo e dintorni, è invece il mercato della Vucciria, dove si trovano delle vecchie botteghe artigiani ora riconvertite in bar ed altri locali. Nel cuore del mercato, che non è sempre affollato, si possono acquistare gli ingredienti tipici del luogo, come limoni, pomodori, olive ed erbe aromatiche.

Il mercato Capo, localizzato nell’omonimo quartiere, è un labirinto di stradine dove trovare le più diverse bancarelle, e da lì si può raggiungere la Cattedrale palermitana.

I vari mercatini

Dei mercatini, ce ne sono diversi a Palermo, che si tengono in determinati giorni. Questo genere di informazioni si possono trovare online, e bisogna anche valutare le misure di sicurezza per il COVID-19, se si desidera girare per essi.

Certo, la scelta del mercatino da visitare dipende anche da cosa si sta cercando. Ad esempio, sempre presso la Cattedrale di Palermo si può trovare il mercatino delle pulci, nato nel 1949, con botteghe aperte fino al tramonto durante i giorni feriali e fino alle 13,00 nei festivi (ma anche questi orari possono essere cambiati con l’emergenza COVID).

Non mancano nemmeno i mercatini di Natale, che seguono un loro programma annuale. Nel 2019, ad esempio, si è tenuto una fiera di Natale, con artigianato e prelibatezze della festività, in Piazza dell’Unità d’Italia, e in via Cavour c’è stato un mercato di Natale dal 7 al 24 dicembre, dalle 10,00 alle 20,00.

Questo genere di mercatini non mancano nemmeno durante le fiere e le sagre cittadine, dove si possono assistere anche a mostre, concerti e spettacoli, ma sempre a causa del COVID è difficile prevedere quali eventi verranno organizzati.

You may also like