Vacanza a Lecce: cosa vedere, cosa fare, dove dormire e mangiare

by
0 comment

Chiunque desideri una vacanza all’insegna della cultura, del buon cibo ma anche del divertimento, non può non recarsi a Lecce. Il capoluogo salentino, definito dai più la “Firenze del Sud” è un mix tra storia e arte che fa davvero rimanere incantati chiunque vi voglia soggiornare.

Tra le altre cose, Lecce è posizionata in un punto davvero strategico in Salento: a 39 km dall’aeroporto di Brindisi, a pochi km dalle sue marine (Torre Chianca e San Cataldo) e a circa 40 dalla spesso caotica Gallipoli.

Sono davvero tante le cose da vedere e da fare nella città leccese. Vuoi sapere quali sono? Non ti resta che continuare a leggere qui sotto.

Cosa vedere a Lecce

Lecce è sicuramente una delle città d’arte più belle e caratteristiche del nostro Paese. Questo perché è colma di monumenti, bellezze architettoniche, ma anche spiagge e luoghi di ritrovo che la rendono davvero sontuosa e speciale.

Di seguito te ne racconteremo alcune.

1. I monumenti

Iniziamo dai monumenti leccesi, massima espressione dell’arte che contraddistingue questa città: quella barocca. All’interno del centro storico potrai davvero visitare splendide chiese e bellezze architettoniche. Ecco alcuni esempi:

  • Duomo di Lecce, il principale luogo di culto cattolico della città. Lo stile della chiesa è romanico e al suo interno potrai ammirare la maestosa navata centrale e l’altare in marmo e bronzo. Nel soffitto sono raffigurate le tele del pittore Giuseppe da Brindisi che raffigurano la Predicazione di Sant’Oronzo, la Protezione dalla peste, il Martirio di Sant’Oronzo e l’Ultima Cena;
  • Basilica di Santa Croce: si trova nei pressi di Piazza Sant’Oronzo, in via Umberto I e rappresenta l’emblema dell’arte barocca. La facciata è composta da 6 colonne a fusto liscio e al suo interno si può evincere tutta la maestosità più tipica del barocco, con le sue navate laterali sormontate da volte a crociera;
  • Castello di Carlo V: prende il nome dal suo fondatore, Carlo V D’Asburgo, che lo volle per proteggere la città dagli attacchi dei nemici. Possiede un aspetto pressoché medievale, e vi sono presenti due Torri (Torre Maestra e Torre Mozza) e una serie di gallerie sotterranee, attualmente oggetto di scavi archeologici. Il Castello si può visitare tutti i giorni ad un costo massimo di 5 euro a biglietto.
  • Le porte della città: il centro storico di Lecce è racchiuso in tre porte di accesso principali, aventi, in passato, lo scopo di proteggere i cittadini dagli attacchi di stranieri. Si tratta di Porta Rudiae, Porta Napoli e Porta San Biagio. La prima sorta nel ‘400, la seconda chiamata anche Arco di Trionfo e la terza strutturata nel 1774 e dedicata per l’appunto a San Biagio.

2. Le spiagge

Sebbene Lecce sia più una città d’arte, possiede anch’essa delle proprie località marine. La prima è sicuramente San Cataldo, nota anche come Lido di Lecce, a 11 km dal capoluogo. È un luogo che si caratterizza principalmente per la sua tranquillità: un posto splendido dove fare tranquille passeggiate all’aria aperta senza troppa confusione. Poi c’è Torre Chianca, un’altra località piccolissima, a 10 km dalla città e che sfocia sul Mare Adriatico. E infine, Torre Rinalda, altra frazione molto piccola di Lecce che prende il nome dalla sua torre di avvistamento, diventata oggi solo un rudere.

Cosa fare a Lecce

Sono davvero tante le cose da fare a Lecce per scoprire fino in fondo le meraviglie di questa città. Parliamo innanzitutto dei luoghi di ritrovo, spesso location di strepitosi eventi:

  • Piazza Sant’Oronzo: è il posto perfetto dove fare un aperitivo, passeggiare o sedersi a chiacchierare. È la piazza principale della città, nel quale si snoda sia il centro storico che le vie più moderne del posto. Un luogo perfetto dove divertirsi in compagnia;
  • Piazzetta Santa Chiara: questa piazzetta, praticamente a pochi passi dal centro, è il luogo di ritrovo in particolar modo dei giovanissimi. Questo perché è ricca di pub, ristoranti, cocktail bar e lounge bar. Insomma, un luogo con ampia scelta per aperitivi e cene in compagnia!;
  • Via Salvatore Trinchese: è una delle vie più importanti della città, in quanto collega Piazza Sant’Oronzo a Piazza Mazzini, un’altra piazza leccese, decisamente più moderna. Si tratta di una particolare via dello shopping nel quale sono presenti tantissimi tra i più noti brand della moda e non solo. Un strada davvero popolatissima, soprattutto durante l’estate e le domeniche dell’anno.

Insomma, soggiornando per qualche giorno a Lecce potrai quindi fare tantissime cose. Degli esempi? Visitare i monumenti più caratteristici della città, fare delle belle passeggiate tra le piazze e le sue vie principali e soprattutto divertirti assaggiando anche dell’ottimo cibo.

Cosa mangiare a Lecce

Uno dei punti di forza del capoluogo salentino è senza dubbio il suo cibo. La cucina leccese si contraddistingue, infatti, in particolar modo per i suoi piatti così unici e particolari. Ecco quali devi assolutamente provare:

  • Rustico leccese: si tratta di due dischi di pasta sfoglia messi l’uno sull’altro, e ripieni di mozzarella e sugo di pomodoro. Una vera prelibatezza servita in ogni rosticceria di Lecce;
  • Puccia: la puccia non è altro che un grande pane di grano duro dalla forma rotonda, spesso ripieno di un gran numero di ingredienti tra cui pomodori secchi, mozzarella, rape, funghi, carne di cavallo e così via;
  • Friselle: le friselle sono composte da pane biscottato e duro, arricchite con pezzi di pomodoro, aglio e origano. Sono un piatto principalmente estivo e servito nelle trattorie del luogo;
  • Pasticciotto leccese: si tratta di un pasticcino da colazione composto da pasta frolla e ripieno di crema pasticcera. Esiste anche la versione del “Pasticciotto Obama”, con pasta frolla al cacao e ripiena di cioccolato;

E non dimenticare i vini! A Lecce potrai assaggiare il famoso Negroamaro, il Salice Salentino e il Primitivo di Manduria, che si contraddistinguono per colore e corposità.

Dove soggiornare a Lecce

Per quanto riguarda il pernottamento, ti consigliamo di scegliere strutture leggermente più periferiche rispetto al centro cittadino. In questo caso potrai risparmiare ingente denaro. Solitamente si prediligono i bed & breakfast a struttura familiare, in quanto più genuini anche da un punto di vista culinario. Altri prediligono gli hotel, un po’ più ricchi di comfort e servizi. I più celebri sono senza dubbio il Grand Hotel Tiziano e dei Congressi, posizionato vicino a Porta Napoli con spa e piscina; Hotel delle Palme (4 stelle) vicino invece a Porta San Biagio; Hotel Hilton Garden Inn (4 stelle) e Hotel President, vicino a Piazza Mazzini.

Per chi desidera una vacanza un po’ più speciale, consigliamo il soggiorno in masserie e dimore storiche. Ovviamente sono tutte ubicate lontane dalla città e in aperta campagna ma sono davvero la soluzione ideale per un soggiorno immerso nella natura e nel silenzio più assoluto. 

You may also like