cosa vedere a Bari

Cosa vedere a Bari

by
0 comment

Un proverbio barese recita:”Se Parigi avesse il mare, sarebbe una piccola Bari”. Sebbene possa sembrare una verità difficile da confermare, Bari è senza dubbio una graziosa città del sud, ricca di fascino e cose da vedere.

È principalmente una metropoli che si affaccia sul Mar Adriatico: una città di mare, quindi, ma con un centro storico che lascia realmente senza fiato. Tra le zone più moderne e la cosiddetta Bari Vecchia, sono innumerevoli le cose da vedere, fare, ammirare.

Qui sotto, ne elencheremo giusto alcune.

Cosa vedere a Bari

Tra le città del sud Italia più caratteristiche, c’è sicuramente Bari. Ecco alcune delle cose da vedere, per una vacanza interessante e molto formativa.

1. Basilica di San Nicola

Non a caso è una delle prime cose che ti consigliamo di visitare se ti rechi a Bari. È forse una delle Chiese più importanti, non solo della città, ma dell’intera Puglia. Tra le altre cose, è luogo di culto sia per cattolici che per russi ortodossi ed è dedicata al Patrono della città, San Nicola. Qui, in una cripta, vi sono conservati ancora i suoi resti e la Chiesa è stata istituita proprio per questo motivo, nel 1089. Ha uno stile romantico e al suo interno potrai ammirare gli splendidi soffitti in legno dorato e l’altare in argento, considerato il più antico della Puglia.

Insomma, una Chiesa rigorosamente da visitare, dedicata non solo al Patrono di Bari ma anche al santo che ha dato origine alla leggenda di Santa Claus.

2. Castello Normanno-Svevo

Fu edificato nel 1131 per volere di Ruggero II il Normanno ma è andato completamente distrutto nel 1156. Successivamente, fu ricostruito su volontà di Federico II di Svevia nel 1223. Da qui, i due nomi. Questo castello è una vera e propria fortezza che protegge Bari Vecchia dal mare. La sua struttura è suddivisa in due parti: nella prima, c’è il Mastio fatto costruire da Federico II mentre nell’altra vi sono i baluardi aggiunti nel 1500. Questa bellezza architettonica ha una notevole importanza per la città di Bari: difatti, è sede della Soprintendenza per i Beni Ambientali Architettonici e Storici della Puglia. Per accedervi, bisogna superare un piccolo ponte e di conseguenza è possibile approdare al suo interno.

3. Bari Sotterranea

Visitare la Bari sotterranea è un’esperienza davvero magica e che non puoi assolutamente perdere se ti rechi in visita nel capoluogo pugliese. Si tratta di un vero e proprio cammino che permette di scoprire tutta la vera storia della città. Con il supporto di archeologi specializzati, infatti, potrai ammirare parte dei sotterranei del Castello Normanno-Svevo, ad esempio. Oppure parte della Basilica di San Nicola. Tra resti, tombe, affreschi, resti di focolari, questa visita ti farà scoprire la vera essenza della città. Qui potrai notare come, in realtà, Bari non sia altro che una città costruita quasi “a strati”. Il vecchio che ha lasciato spazio praticamente al nuovo, anche per quanto concerne i suoi palazzi e bellezze architettoniche.

4. Pinacoteca di Corrado Giaquinto

Si tratta di una pinacoteca ricca davvero di arte e fascino, nel quale potrai ammirare la vera storia dell’arte pugliese. La pinacoteca si trova all’interno del Palazzo della Provincia, affacciato praticamente sul lungomare. Qui, potrai notare una serie di abiti tipici del passato e che partono tutti dall’anno 1000. Insomma, un luogo perfetto per fare un grande tuffo nella storia, sia da un punto di vista culturale che vestiario. La struttura è aperta quasi tutti i giorni (tranne il lunedì) e il prezzo del biglietto è di soli €3.

Cosa fare a Bari

Oltre alle cose da vedere, sono altrettante le cose da fare nel capoluogo pugliese. Ecco quali ti consigliamo insieme a chi vuoi tu:

  • Passeggiata nella Bari Vecchia: non è altro che il centro storico, uno dei più caratteristici d’Italia probabilmente. Il quartiere è quello di San Nicola, e passeggiarci è un po’ come fare un vero balzo nel passato. Non di rado, potrai notare vecchiette intente a fare le orecchiette in casa, oppure ristorantini tipici nel quale fare un buon pranzo. Insomma, un luogo davvero caratteristico, dal quale si accede per andare sia verso la Basilica di San Nicola che la Chiesa di San Sabino, altro monumento religioso della città;
  • Passeggiata sul Lungomare di Bari: le vie più belle sono Via Imperatore Adriano e Via Nazario Sauro, che permettono di attraversare il porto nuovo e quello vecchio. Il Lungomare fu inaugurato nel 1927, ed è senza dubbio uno dei posti più romantici della città. Qui, potrai notare una serie di palazzi in stile Liberty, tra i più belli di Bari, ma anche la vera essenza della cittadina di mare. Una passeggiata perfetta da fare sia in coppia che con famiglia al seguito;
  • Salto al “Pane e Pomodoro”: non è un ristorante, né tantomeno una trattoria. Si tratta della spiaggia più popolare e affollata di Bari. Un luogo prezioso per ogni barese. Il motivo? È praticamente a ridosso della città e del Lungomare, per cui è davvero di facile accesso. Il luogo perfetto per rilassarsi e prendere il sole affacciati sul Mar Adriatico.

Cosa mangiare a Bari

La cucina pugliese è davvero super famosissima in tutto il mondo, poiché tradizionale e composta principalmente da piatti poveri. Piatti semplici sì, ma senza dubbio ricchi davvero di gusto.

Eccone alcuni che non puoi non assaggiare in vacanza nel capoluogo pugliese:

  • Orecchiette alle cime di rapa: un vero must di Bari. Si tratta di orecchiette, rigorosamente fatte a mano, condite con le vere cime di rapa, e non le foglie. Il vero piatto richiede anche acciughe soffritte;
  • Riso, patate e cozze: si tratta di un tegame composto da uno strato di patate alla base, poi di cozze, poi di riso e successivamente di nuovo patate;
  • Fave e cicorie: piatto poverissimo con purea di fave e cicorie condite con olio pugliese;
  • Focaccia barese: focaccia con impasto di semola di grano duro, condita con pomodorini interi;
  • Ragù alla barese: è un condimento tipico delle orecchiette. È composto da lardo, carne d’agnello, pecorino e spezie;
  • Cartellate: strisce di pasta frolla avvolte su loro stesse, fritte e condite con miele e cannella;
  • Bocconotti: esiste una versione dolce o salata. Nella prima, il ripieno può essere a base di marmellata o miele mentre nella seconda di funghi, interiora di pollo e tartufo.

Dove soggiornare a Bari

Ci sono diverse zone perfette per alloggiare a Bari. In linea di massima, consigliamo la zona intorno allo Stadio San Nicola, ad esempio. Qui, le strutture turistiche sono a portata di ogni tasca poiché molto economiche. Consigliamo anche le zone intorno al porto: in questo caso, si parla di location molto più suggestive, in quanto sul mare. Molto consigliata è anche Bari Vecchia e il suo centro storico. È un quartiere decisamente tranquillo ed anche super centrale, a prescindere da dove tu voglia andare.

I quartieri più scomodi o poco sicuri possono essere quelli periferici, ma anche in questo caso dipende tutto dalle tue esigenze.

You may also like