lombardia

Bergamo: come si vive, cosa si mangia, quanti comuni ha, cosa significa e sindaco

by
0 comment

Bergamo è un comune italiano della Lombardia, capoluogo di provincia. Ospita quasi 140 mila abitanti e la città, è suddivisa in “bassa”, caratterizzata da edifici moderni, e “alta”, dove sono presenti il maggior numero di monumenti e luoghi di interesse. Le due parti distinte della città sono separate dalle mura venete, che, dal 2017, rientrano fra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Lo stemma della città di Bergamo è contraddistinto dai colori giallo e rosso, dalla raggiera e dalla corona cittadina. Cerchiamo di scoprire qualcosa in più su questa città.


Bergamo: quanti comuni ha e sindaco

Bergamo è un comune italiano della Lombardia, capoluogo di provincia. Ospita quasi 140 mila abitanti, ed è considerata la città con maggior densità di popolazione della provincia di Bergamo. La città è suddivisa in “bassa” e “alta”. A maggio del 2019, i cittadini di Bergamo sono stati chiamati alle urne per votare alle elezioni comunali, riconfermando il sindaco uscente, Giorgio Gori. Il prefisso per effettuare chiamate è lo 035. Gli abitanti prendono il nome di Bergamaschi e il Santo Patrono è Santo Alessandro, che si festeggia il 26 agosto. Il comune fa parte delle Associazioni Città Sane, Città d’Arte e Cultura e Comuni Virtuosi, del Club I Borghi più belli d’Italia, con il Borgo Santa Caterina e del Movimento Patto dei Sindaci. 

Bergamo: cosa significa 

Non si conosce perfettamente l’origine del nome di questa città, infatti, sono diverse le ipotesi a riguardo. Secondo le origini derivanti dal latino, sembra ricondurre il nome a Bergomum e Bergame. Per altri, invece, si accosta al greco Πέργαμον (Pérgamon), con il significato di “cittadella, rocca”. Bergamo è anche nota per essere soprannominata la “città dei Mille”, in quanto insieme alla sua provincia contribuirono alla spedizione dei Mille, guidata da Giuseppe Garibaldi, con un importante numero di cittadini volontari, circa 180, appartenenti a tutte le classi sociali escluso il mondo rurale. 

Bergamo: cosa c’è da vedere

Se vi trovate dalle parti di Bergamo, sono veramente tante le cose da vedere, oltre a musei, monumenti, teatri e luoghi di interesse, sicuramente non sarà possibile non notare le antiche mura venete e le aree naturali. Nella provincia di Bergamo non mancano parchi cittadini e zone verdi, tra cui il Parco dei Colli di Bergamo, il cui animale simbolo è il riccio rosso. Quest’area protetta si trova nella parte alta della città. Mentre, per quanto riguarda le mura, ricordiamo che Bergamo è una delle poche città italiane che vanta un centro storico ancora circondato da antiche mura, rimaste intatte nei secoli. Dal 2017, le mura venete sono considerate patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. 

Bergamo: come si vive, cosa si mangia 

Per chi ama un clima tipicamente temperato delle medie latitudini e la buona cucina, Bergamo si rivela il posto ideale dove vivere. La cucina bergamasca si riconosce per alcuni piatti, tipici del territorio, dai formaggi, come il Branzi e il Taleggio, alla polenta di mais o di grano saraceno e i Casoncelli bergamaschi, tipici ravioli di pasta fresca fatti in casa, ripieni di pane secco, formaggio, uova, carne macinata, amaretti e spesso anche uvetta. Serviti con burro fuso, salvia, pancetta, aglio e una generosa dose di grana grattugiato.

You may also like