turismo

Val d’Aosta cose da vedere: ecco quali sono e quando è meglio recarsi in questa regione

by
0 comment

Situata sulle Alpi occidentali, la Val d’Aosta è, con i suoi poco più di 3.000 kmq di superficie, la regione più piccola d’Italia. Nonostante questo in Val d’Aosta cose da vedere non mancano assolutamente: un soggiorno in questa regione sarà sicuramente occasione per visitare diversi luoghi da cui rimanere affascinati. Quali sono quelli che è assolutamente impossibile lasciarsi scappare? Scopriamolo insieme!

Val d’Aosta, tra arte, tradizione e cultura

In Val d’Aosta cose da vedere sono davvero tante. Nonostante, lo abbiamo anticipato, si tratti di una regione piccola, le meraviglie che nasconde al suo interno meritano molta attenzione. I paesaggi, innanzitutto, sono di quelli che rimangono impressi nel cuore per sempre: a fare da sfondo la catena montuosa delle Alpi. Racchiuse nel territorio tantissime testimonianze storiche, soprattutto inerente la dominazione romana. Più di 300 ghiacciai, diverse cime che superano i 4.000 metri d’altitudine, la Valle d’Aosta non è meta di interesse solo per gli amanti della natura e della montagna. Anche gli appassionati di storia possono trascorrervi un soggiorno interessante.

La dominazione romana la fa da padrona con alcune tra i reperti storici più interessanti ancora presenti da visitare. Ai panorami da favola, alle testimonianze storico culturali si accosta anche una tradizione enogastronomica di tutto rispetto. Piatti tipici montani, come la raclette e la fonduta (a base di formaggio) la fanno da padroni. Irrinunciabile, per chi trascorre un soggiorno in questa regione, l’assaggio del Genepì, il liquore alle erbe più rinomato di tutta la Valle d’Aosta.

Val d’Aosta cose da vedere

Dato per certo che il soggiorno in questa regione è destinato a stupirci, quali sono in Val d’Aosta cose da vedere? Aosta è un vero e proprio tuffo nel passato. Aggirarsi per le sue strade significa fare un tuffo nell’antica epoca della dominazione romana. A testimoniarlo il noto Teatro Romano (risalente al primo secolo dopo Cristo), la Porta Pretoria e il maestoso Arco di Augusto, eretto quando i Romani sconfissero i Salassi.

Sempre rimanendo ad Aosta non possiamo esimerci da una visita al complesso monumentale di Sant’Orso, tra i più grandi delle Alpi occidentali, conosciuto in tutta Europa per gli affreschi che ne contraddistinguono la Collegiata. Interessante percorrere Via delle Gallie, la via più antica di tutta la regione che un tempo veniva sfruttata prevalentemente per fini commerciali con altre regioni.

In Val d’Aosta, tra le cose da vedere, occupano un posto di rilievo i castelli. Sono tantissimi quelli degni di nota, tutti maestosi ed ottimamente conservati. Tra questi, ad esempio, il castello di Ussel, a Chatillon, risalente al Medioevo ed oggi restaurato. Chateau Savoie è un castello reale che si trova a Gressoney e all’interno di cui la regina Margherita trascorreva i periodi estivi.

Qual è il periodo migliore per andare in Val d’Aosta?

Per scegliere il momento migliore in cui recarci in Val d’Aosta occorre considerare le finalità del nostro soggiorno. Se, ad esempio, amiamo gli sport invernali, il periodo ideale per il nostro viaggio è indubbiamente quello compreso tra novembre e marzo, e quindi, in pieno inverno. Consideriamo sempre che le temperature, in questo periodo dell’anno, sono molto rigide e vanno, quindi, affrontate con cautela.

Se, invece, amiamo più che altro il trekking o vogliamo riscoprire le meraviglie naturali della Val d’Aosta cose da vedere ne avremo tantissime nel periodo tra giugno e settembre. Concludiamo con un breve consiglio per i soggiorni estivi: la particolare posizione geografica della regione, con le Alpi ad influenzarne il clima, rende l’estate piuttosto piovosa e spesso afosa e poco ventilata. Ecco perché durante questa stagione è preferibile soggiornare sui pendii, in uno dei paesi dell’interland valdostano dove l’aria è più fresca seppur sempre soleggiata.

You may also like