Praga: cosa visitare e quali sono i migliori periodi dell’anno

by
0 comment

Praga è un piccolo tesoro dell’Europa contenuta nel triangolo delle città magiche e proprio la sua storia porta a leggende straordinarie che si possono leggere in tutti gli angoli della città. Ma quali sono i suoi luoghi da non perdere?

Praga – I posti da non perdere

Bellissima in ogni stagione dell’anno, Praga regala ai suoi turisti attimi di storia notevoli che si possono vivere attraverso monumenti e piazze. Chiamata così grazie alla fondazione voluta dalla Principessa Libuše, bellissima e saggia la cui leggenda narra dei suoi grandi poteri magici.

Praga è un grande misto di leggende, la più famosa narra del Rabbino Loew e del suo Golem, mostro in argilla che doveva difendere gli ebrei dalle Persecuzioni. Ma quali sono tutti i luoghi da non perdere?

  • Castello di Praga

Prima tappa obbligatoria, conosciuto anche tra i romanzi di Kafka che lo pone sempre al centro dei suoi racconti. Simbolo di potere, capeggia ancora oggi maestoso e inaccessibile.

  • Malá Strana

Significa “Parte Piccola” identificando una parte di Praga sin dal 1300, caratterizzata da alcuni dettagli minori ma non meno importanti della Città Nuova. Questo quartiere è stato distrutto da un incendio nel 1514 ma ricostruita interamente da alcuni architetti italiani: da quel momento il tempo si è fermato tanto che il luogo è uguale al precedente senza aver fatto alcuna modifica.

  • Città Vecchia di Praga

Un altro quartiere che deve essere assolutamente visitato è il centro storico di Praga ovvero Stare Mesto – Città Vecchia. Un luogo che ha vissuto la storia e che ha visto incoronare moltissimi sovrani sino alle barbare esecuzioni dei condannati. Una contrapposizione di stili che attraversano i tempi, con equilibrio ed eleganza. Una volta arrivati in questa parte di Praga si nota immediatamente l’orologio astronomico del Municipio, conosciuto in tutto il mondo per le sue statuette che si animo al rintocco di ogni orario.

  • Ponte Carlo

Non solo un’opera d’arte ma anche un crocevia per tutti gli itinerari della capitale ceca. Inutile dire che ci siano tantissimi ponti, ma questo è il più antico e leggendario con 16 arcate in pietra. Si anima a tutte le ore del giorno e della notte, tanto che i turisti rinunciano a fare una foto in solitudine e instagrammabile! Il ponte è incorniciato da due torri ed è vivo grazie ad artisti, artigiani e musicisti.

  • Lo Josefov – Ghetto Ebraico

Uno spettacolo emozionante che porta ogni turista a vedere le tombe disordinate del cimitero ebraico. Una storia che si racconta attraverso queste strade, lo Josefov è il ghetto ebraico a pochi passi dalla Città Vecchia: qui gli ebrei hanno vissuto dal ‘900 sino al 1708. La loro costrizione in poco spazio ha portato al grande ingegno di costruire palazzi, laboratori e negozi tra labirinti e case private. Qui hanno vissuto anche il rabbino Low e il Golem – storia accennata ad inizio articolo – e Kafka, nonché i 77.279 ebrei moldavi e cechi che sono stati massacrati dai soldati nazisti.

  • Casa Danzante

È un posto mistico che non deve essere perso durante la visita a Praga. Un edificio che è stato dedicato alla coppia storica Ginger Rogers e Fred Astaire. Costruito dal 1992 al 1996 con progetto dell’architetto Gerhy e sono due palazzi che sembrano danzare tra loro, mentre si muovono a tempo di musica: uno si protende verso l’altro mentre aspetta un abbraccio. Da notare anche il ristorante francese all’ultimo piano, dove la cucina è degna di nota così come la vista su tutta la città.

You may also like